un film documentario di matteo calore e stefano collizzolli // ZaLab

Arrivare a Lampedusa: un extra video

un extra dal girato de “I nostri anni migliori”.

Una grande sfortuna è quella che tu, il tuo mondo, la tua vita e le tue esigenze siano ignorate dal racconto mediatico.
Ma una sfortuna forse più grande ancora è quella che tu diventi oggetto del racconto dei media senza poterne essere soggetto, quella di essere raccontato sempre e solo in funzione di interessi altrui, senza poter replicare, senza poter prendere parola.

E’ quello che è successo ai ventitremila tunisini arrivati a Lampedusa (ed ancora di più a quelli arrivati dopo, che son diventati addirittura “libici”, essendo in realtà ghanesi, nigeriani, chadiani… leggete qui su questo). I tunisini sono diventati “profughi” (o clandestini mascherati), “orda barbarica”, “emergenza biblica”: funzione di un discorso tutto di ordine pubblico e tutto politico. Questo è un piccolo racconto dell’arrivo a Lampedusa, da un altro punto di vista.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...