un film documentario di matteo calore e stefano collizzolli // ZaLab

Articoli con tag “video

La delegazione dei genitori tunisini in Italia

Da sabato 28 gennaio 2012 una delegazione composta da sei persone è arrivata dalla Tunisia in Italia. Sono alcuni fra i parenti di circa 200 ragazzi partiti a marzo e di cui si sono perse le tracce. In quei giorni non si hanno notizie di naufragi. Alcuni di loro hanno telefonato, dicendo di essere appena arrivati o di riuscire a vedere la costa e le navi italiane. Altri sono stati visti, nelle riprese televisive degli sbarchi a Lampedusa o addirittura da testimoni a Bari o a Crotone. Ma poi, più nessun segnale. I loro parenti da mesi manifestano in Tunisia affinché qualcuno dia loro notizie più certe sulla sorte di questi ragazzi.
Per chi dei lettori di questo sito ha già seguito la vicenda, ci sono importanti novità: il governo tunisino ha chiesto a quello italiano di poter avere le impronte di tutte le persone identificate come tunisine arrivate in Italia in quei giorni. In queste settimane sono in corso importanti trattative. Intanto, la delegazione è arrivata in Italia con l’intento di visitare alcuni centri di detenzione per migranti, sperando di trovare le tracce dei loro figli e dei loro fratelli.

Per leggere e firmare la petizione per i tunisini dispersi.

Leggi la lettera delle mamme tunisine al ministro Riccardi.

Il video di Enrico Montalbano e Laura Verduci:


La testimonianza di Saif

Questo è ciò che ci racconta Saif, fratello di Mohamed Ali, uno degli harraga tunisini dispersi. La sua testimonianza è in arabo, tradotta alla fine del video. Per firmare l’appello per i tuinisi dispersi cliccate qui.

da un viaggio verso Lampedusa


Video dal presidio davanti alla Prefettura di Milano

Sabato 13 gennaio di è tenuto un presidio davanti alla Prefettura di Milano, per consegnare una lettera al ministro dell’Interno intaliano ed al Console tuinisino, in sostegno della petizione per i tunisini dispersi.
Questo il racconto di Silvia Tagliabue, per le CUB.


14 gennaio. Un estratto dal film.

Oggi è un anno dalla fuga di Ben Ali.
Un anno dalla prima vittoria della rivolta in Tunisia, e dal momento in cui anche negli altri paesi arabi si è capito che, veramente, si poteva fare.
Un anno dal momento in cui “è iniziata una nuova vita”


(un estratto dal film.)


Arrivare a Lampedusa: un extra video

un extra dal girato de “I nostri anni migliori”.

Una grande sfortuna è quella che tu, il tuo mondo, la tua vita e le tue esigenze siano ignorate dal racconto mediatico.
Ma una sfortuna forse più grande ancora è quella che tu diventi oggetto del racconto dei media senza poterne essere soggetto, quella di essere raccontato sempre e solo in funzione di interessi altrui, senza poter replicare, senza poter prendere parola.

E’ quello che è successo ai ventitremila tunisini arrivati a Lampedusa (ed ancora di più a quelli arrivati dopo, che son diventati addirittura “libici”, essendo in realtà ghanesi, nigeriani, chadiani… leggete qui su questo). I tunisini sono diventati “profughi” (o clandestini mascherati), “orda barbarica”, “emergenza biblica”: funzione di un discorso tutto di ordine pubblico e tutto politico. Questo è un piccolo racconto dell’arrivo a Lampedusa, da un altro punto di vista.


le proiezioni di lancio di “I nostri anni migliori”

“I nostri anni migliori”  è disponibile per proiezioni e presentazioni attraverso la rete della “distribuzione civile” che ha portato film già co-prodotti da ZaLab come Il sangue verde, Canzone per Amine, Magari le cose cambiano e Come un uomo sulla terra  in centinaia di città italiane ed europee.
Queste sono le prime proiezioni:

Padova, 14 NOV 2011, 16.15  @ Immaginafrica      |più info // FB|
Verona, 15 NOV 2011, 20.30  @ Festival del Cinema Africano di Verona      |più info // FB|
Roma, 24 NOV 2011, 20.30  @ Apollo11   |più info // FB|
Monza, 25 NOV 2011, 23.00 @FoaBoccaccio |FB|
Padova, 1 DIC 2011  @ PortoAstra |più info // FB|
Nottingham, 3 DIC 2011  @ NewArtExchange     |più info|

Per organizzare una proiezione leggi qui

Il film sarà presentato anche nella library di italiandoc durante italian doc screenings 2011 (Firenze 16/19 NOV)


anteprima a Padova, 14 novembre ore 15.00

Lunedì 14 Novembre, ore 15.00-19.00
A Padova, al Centro San Gaetanologo immaginafrica
un anteprima de “I nostri anni migliori”
Ingresso libero
Tunisia: le stagioni dei gelsomini

Proiezione Documentari
Ore 15.00 “Laïcité, inch’Allah!”, di Nadia El Fani
Ore 16.15 “I nostri anni migliori”, di M.Calore e S.Collizzolli
Ore 17.00 “#Revolution”, di D.Galati e A.Sinopoli

Ore 17.30 Tavola Rotonda
Tahar Chikhaoui, critico cinematografico (Tunisia)
Mehdi Tekaya, storico e attivista online, (Tunisia)
Fethi Ouesleti, operaio tunisino emigrato protagonista del documentario “I nostri anni migliori”

Coordina: Gabriele Del Grande, giornalista.

l’evento su facebook
il film sul sito di immaginafrica


appello per i migranti tunisini dispersi

“Prova a immaginare: tuo fratello o tuo figlio parte e non dà più notizie di sé dopo la sua partenza.
Non è arrivato? Non lo sai, potrebbe essere stato arrestato nello stato di arrivo che non prevede che si possa arrivare semplicemente partendo e che per questo arresta quelli che arrivano. Aspetti qualche giorno, guardi immagini alla televisione del luogo in cui potrebbe essere arrivato, per sperare di vederlo…”

puoi leggere la petizione completa e firmarla qui

Petizione promossa da Storiemigranti ed appoggiata dal gruppo di donne venticinqueundici e dall’associazione Pontes.

in viaggio


Generazione revolution. La storia di Jihad di Zineb Naini

CrossingTV ha intervistato Jihad, un ragazzo 19enne tunisino sbarcato a Lampedusa di recente, arrivato in Italia in cerca di un futuro e di una vita normale.
Jihad è stato incontrato presso il TPO di Bologna, un centro sociale che offre un servizio di sportello legale e di corsi di italiano per gli stranieri.

“La Rivoluzione ci ha insegnato molte cose, tra cui il coraggio di attraversare il mare su una piccola barca”

intervista di Zineb Naini, che ha collaborato alla realizzazione di “I NOSTRI ANNI MIGLIORI” come principale traduttrice.


credits

regia, fotografia e montaggio
Matteo Calore e
Stefano Collizzolli
(ZaLab)

Produzione
Matteo Calore e
Stefano Collizzolli
per ZaLab

Laszlo Rinaldi
per toniCorti

Musiche originali
Claudio Conforto

Musiche
In un sogno di
Alberto Nevo Cagol

Bobbafet di
Alberto Nevo Cagol
chitarra e voce:
Lorenzo Bonarini

Cello Sonata 1,  opera 38
di Johannes Brahms
Esecuzione:
Emanuel Feuermann

Kelmti Horra
di Emel Mathlouthi

Post produzione Video
Marco Fantacuzzi

Post produzione Audio
Alberto Cagol

Assistente al montaggio
Silvia Giosmin

Traduzioni dall’arabo
Zineb Naini (Crossing TV)
e
Adnene Salem
Bechir Mansour
Myriam Lakhdar
Nabil Labidi (ass. Pontes)
Rafika Mejri
Riadh Aloui

Traduzioni dal francese
Stefano Collizzolli

Traduzioni in inglese
Michelle Scalzo

Grafiche
Marco Lovisatti

Ricerca materiali  d’archivio
Gloria Carlini

Consulenza alla regia
Andrea Segre (ZaLab)
Simone Falso

Consulenza al montaggio
Davide Vizzini
Marco Fantacuzzi
Sara Zavarise (ZaLab)

Consulenza editoriale
Alberto Bougleux
(ZaLab)
Maddalena Grechi (ZaLab)

Ufficio Stampa
Segreteria di produzione
Giulia Moretti
Mario Cirillo

Materiale di ripresa video
Jole film

Grazie a
Marco Benati (CGIL Padova)
Lorenzo Bonarini
Francesco Bonsembiante
Gloria Carlini
Cinzia Castania
Alessandro Currado
Chiara Gallani
Chiara Giacometti
Nicola Grigion (Melting pot)
Serena Lombardi
Fabio Fichera
Laszlo Rinaldi
Simone Schiavon
Dario Smania
Alice Tonzig

Brigate di Solidarieta’ Attiva Padova

Comitato per l’accoglienza degna Padova

Crossing Tv


Rivolta e fuga al CIE di Restinico (Brindisi)

Ancora una rivolta. Ancora una fuga. L’ennesima al centro d’identificazione e espulsione (Cie) di Restinco, a Brindisi. Protagonisti i tunisini trasferiti nei giorni scorsi dalle navi Cie di Palermo. La sommossa è esplosa venerdì scorso. I reclusi hanno sradicato le porte per utilizzarle come grimaldello per creare un varco nella recinzione attraverso cui sono riusciti a fuggire in 18Ancora una rivolta. Ancora una fuga. L’ennesima al centro d’identificazione e espulsione (Cie) di Restinco, a Brindisi. Protagonisti i tunisini trasferiti nei giorni scorsi dalle navi Cie di Palermo. La sommossa è esplosa venerdì scorso. I reclusi hanno sradicato le porte per utilizzarle come grimaldello per creare un varco nella recinzione attraverso cui sono riusciti a fuggire in 18.

La notizia intera su fortress europe


proiezioni

“I nostri anni migliori”  è disponibile per proiezioni e presentazioni attraverso la rete della “distribuzione civile” che ha portato film già co-prodotti da ZaLab come Il sangue verde, Canzone per Amine, Magari le cose cambiano e Come un uomo sulla terra  in centinaia di città italiane ed europee.
Per organizzare una presentazione questa è la procedura:da un viaggio verso Lampedusa
1. Tecnicamente bastano un videoproiettore, uno schermo, un lettore dvd e un impianto audio. Se avete a disposizione una sala più professionale il film sarà disponibile anche in DV ed in DigiBeta.
2. Appena avete individuato un luogo e un periodo contattateci a questo indirizzo:
distribuzione@zalab.org
Fisseremo insieme la data e concorderemo le modalità di noleggio e spedizione della copia. Su richiesta è possibile organizzare proiezioni alla presenza del regista o dei protagonisti.
Per ulteriori info:
SEGRETERIA
dal Lunedì al Venerdì 10-18

Giulia Moretti e Mario Cirillo – cell: 333.6127483

Perchè distribuiamo i nostri film in questo modo? Leggi qui

le proiezioni passate:

Padova, Immaginafrica, 14 novembre 2011
Verona, Festival del Cinema Africano, 15 novembre 2011
Roma, Apollo 11, 24 novembre 2011
Monza, CSA Boccaccio, 25 novembre 2011
Padova, Porto Astra, 1 dicembre 2011
Nottingham (UK), New Art Exchange, 3 dicembre 2011
Roma, Forte Fanfulla, 15 dicembre 2011
Milano, Teatro della Cooperativa, 10 gennaio 2012
Milano, Conchetta, 26 gennaio 2012
Iglesias, Exma, 29 gennaio 2012
Padova, Sherwood, 10 febbraio 2012
Padova, Istituto Scalcerle, 14 febbraio 2012
Padova, Master in Studi Interculturali, 24 febbraio 2012
Padova, Liceo Scientifico Fermi (autogestione), 3 marzo 2012
Tunisi, Festival “Cinema de la Paix”,  20 marzo 2012
Milano, Rassegna “Il razzismo è una brutta storia“,  21 marzo 2012
Roma, Casa Internazionale delle Donne, 22 marzo 2012
Milano, Festival del Cinema Africano, d’Asia e d’America Latina, sezione Extr’A,  25 marzo 2012
Roma, Forte Fanfulla, martedì 27 marzo
Senigallia(AN), 28 marzo 2012
Roma, Cineteca Nazionale, Cinema Trevi, 29 marzo 2012
Bologna, TPO, 29 marzo 2012
Padova, Liceo Scientifico Cornaro, 2 aprile 2012
Padova, Altragricoltura, 4 aprile 2012
Zagarolo (RM), Teatrino di Palazzo Rospigliosi, 6 aprile 2012

Lecce, Festival Cinema Europeo, 18 aprile 2012

Trento, Ass.L’altrastrada, 18 aprile 2012

Piombino (LI) scuola comunale, 21 aprile 2012

Udine, PD Udine, 23 aprile 2012

Vicenza, Cinema Leone XIII, Veneto Film Tour, 27 aprile 2012

Bergamo, Lab80, 30 maggio 2012

Cernusco sul Naviglio (MI), Comune di Cernusco, 1 giugno 2012

Torino, performing festival, 24 giugno 2012

Palermo, Borderline Europe, 3 luglio 2012

Reggio Emilia, Ass. Articolo tre, 5 luglio 2012

Padova, Sherwood, 12 luglio 2012

Messina, Horcynus orca, 29 luglio

Valdagno (VI), a Cura del comune di Valdagno, 14 settembre 2012

Torino, Forum Internazionale ed Europeo di Ricerche sull’Immigrazione, 31 ottobre 2012


I nostri anni migliori in concorso al Festival del Cinema Africano di Verona

“I nostri anni migliori” è in concorso allla trentunesima edizione del Festival del Cinema Africano di Verona, nella sezione “viaggiatori e migranti”.

Il film sarà proiettato martedì 15 novembre 2010 al teatro Camploy, nella sessione che inizi alle 20.30. Qua si può vedere il programma completo.

Il Teatro Camploy è in via Cantarane 32 – Veronetta

Intero: 6,00 euro
Ridotto (studenti e oltre 65 anni,
tessera NaturaSì): 4,00 euro